Coltivare la marijuana dal seme – Come coltivare la marijuana dal seme senza spendere una fortuna

Coltivare marijuana da seme è un’opzione che molti coltivatori di marijuana stanno prendendo in considerazione in questi giorni. Il motivo è che la marijuana cresce meglio quando viene tenuta in modo uniforme nel terreno. Quando si coltiva da seme, le possibilità di un buon ambiente di crescita sono quasi garantite.

Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi nel coltivare marijuana dai semi Big Bud. Il più grande svantaggio è che al coltivatore non sono garantite tutte le piante femminili che cresceranno esattamente come le piante madri previste. Anche coltivato da semi di marijuana femminizzati Northern Lights di alta qualità, non ti avvicinerai comunque a quel livello di genere e prevedibilità genetica. Inoltre, la possibilità di un seme contaminato è molto reale. Il più delle volte, contaminanti come muffe, batteri e funghi possono penetrare nella tua marijuana dai semi, il che significa che le tue piante possono soffrire di conseguenza.

Fortunatamente, ci sono modi per garantire che le tue piante producano un raccolto sano utilizzando semi di marijuana di alta qualità. La prima cosa che dovresti fare quando pianifichi di coltivare dalla marijuana dal seme è fare qualche ricerca. Dopo averlo fatto, il prossimo passo è acquistare un vaso di avviamento decente e coltivare alcune piante.

Il prossimo passo è trovare un tipo di terreno in cui crescere e assicurarsi che sia completamente sterile e privo di contaminanti. Il tuo terreno dovrà anche avere la giusta quantità di fertilizzante e drenaggio. Se non sai come farlo, il tuo centro di giardinaggio locale potrebbe essere in grado di aiutarti in questo passaggio. Il fertilizzante è necessario per mantenere la pianta sana. Troppo fertilizzante può uccidere la pianta, quindi assicurati di sapere esattamente di quanto fertilizzante richiedono le tue piante prima di iniziare a coltivare marijuana dal seme.

Un’altra cosa da considerare è la giusta quantità di acqua. L’irrigazione è molto importante per le piante di marijuana poiché senza di essa non cresceranno affatto. Proprio come qualsiasi altra coltura, innaffia troppo le piante e puoi danneggiarle e distruggere le loro radici in modo permanente.

Le piante di marijuana sono molto sensibili al freddo. Il modo migliore per coltivare la marijuana dal seme è coltivarla in una serra che le consenta di ricevere la giusta quantità di luce, calore e umidità. Inoltre, ti consigliamo di mantenere le luci al minimo durante la crescita. Se vuoi che le tue piante crescano velocemente, puoi coltivarle in piccoli vasi e mettere una luce sopra di loro di notte. Inoltre, se le tue piante non crescono abbastanza velocemente, puoi rimuovere la luce superiore per evitare che fuoriesca troppo calore.

Dovrai anche tenere presente che coltivare marijuana dai semi è più che una semplice questione di decidere quale genere desideri e piantare le tue piante di conseguenza. Dovrai considerare anche i tipi di colture che intendi coltivare. Alcune persone scelgono di coltivare marijuana che produce maggiori quantità di denaro, come la marijuana che può essere fumata. Altri, come la marijuana medica, preferiscono coltivare marijuana che può essere mangiata o venduta per strada.

Quando inizi a coltivare marijuana dal seme, è sempre meglio comprare tutti i semi di marijuana che puoi permetterti perché non vuoi essere scoperto con una grande sorpresa tra le mani. Una volta che sei sicuro di avere tutti i materiali necessari per coltivare le colture che ti interessa coltivare, sarà molto più facile piantare i semi. Dopotutto, non vuoi finire con un grande pasticcio con molti semi.

La verità sulla coltivazione di cannabis indoor e outdoor

Sei curioso di sapere quali prodotti per la coltivazione di cannabis all’aperto sono giusti per te? Bene, questo articolo spiegherà alcuni degli aspetti più importanti associati alla coltivazione di successo di questa pianta preferita, e perché alcuni di questi sono importanti per te ma altri no.

I migliori semi di cannabis indoor sono quelli che sono in grado di resistere a condizioni estreme o cambiamenti climatici. In altre parole, vanno bene per tutti i tipi di condizioni meteorologiche e climatiche. Tuttavia, c’è una grande differenza tra la coltivazione indoor e il giardinaggio di cannabis all’aperto. Le coltivazioni indoor devono essere piantate in condizioni molto specifiche (tipicamente zone climatiche) per avere successo. Se fuori fa troppo freddo o troppo caldo, una pianta da interno non prospererà.

Tuttavia, la differenza tra la cannabis indoor e la coltivazione outdoor è l’ambiente in cui coltivi la tua pianta. Le piante di cannabis indoor vengono solitamente piantate in serre, progettate per imitare l’ambiente naturale del loro paese d’origine. La maggior parte delle serre viene chiusa di notte, il che mantiene sotto controllo i livelli di umidità e protegge le piante dai danni causati dal caldo e dal freddo. Inoltre, il terreno di coltura utilizzato può variare notevolmente, a seconda delle preferenze. Se si preferisce utilizzare materiali organici, è necessario essere consapevoli del fatto che anche le forniture per il giardinaggio biologico sono diverse dalle loro controparti non biologiche.

La coltivazione outdoor, invece, richiede piante in grado di tollerare una varietà di ambienti e condizioni. Ad esempio, la maggior parte delle piante di cannabis all’aperto vengono coltivate all’ombra degli alberi. Tuttavia, alcuni possono prosperare in pieno sole e possono persino beneficiare di un’esposizione solare parziale. Alcune piante fanno meglio in ombra parziale, mentre altre prosperano alla luce solare diretta.

Le piante da interno, come ho detto, vengono normalmente coltivate in serra, che sono molto simili alle serre utilizzate per l’idroponica, e sono progettate per replicare le condizioni che si trovano all’interno. Alcune piante da interno saranno anche collocate in contenitori, realizzati per imitare le condizioni che si trovano all’interno di una serra, sebbene siano spesso più piccoli. e quindi più facile da configurare. C’è una grande differenza tra una pianta da interno e una da esterno: il terreno utilizzato. Le forniture per la coltivazione indoor contengono tipicamente un terreno più sciolto e argilloso che è spesso fatto con compost, mentre le piante di cannabis all’aperto contengono tipicamente argilla.

Diversi tipi di piante richiedono diverse quantità di fertilizzante. Le piante fertilizzanti richiedono quantità diverse di acqua e suolo, quindi la quantità di nutrienti richiesta dipenderà dalla specie di pianta e da ciò che sta cercando di produrre. Se coltivi una varietà indoor, potresti non aver bisogno di fertilizzare le tue piante molto spesso, mentre quelle che coltivano all’aperto potrebbero aver bisogno di applicazioni più frequenti durante tutto l’anno.

La coltivazione di cannabis all’aperto richiede molta cura da parte tua, soprattutto se vuoi vedere il massimo potenziale dal tuo raccolto. Dovrai assicurarti di avere accesso a un buon drenaggio. Dovrai anche essere certo di avere molta ventilazione e abbastanza luce solare. Se vivi in un’area in cui il sole non splende per lunghi periodi di tempo, dovrai mantenere l’area di coltivazione ben illuminata e asciutta.

La marijuana è una pianta abbastanza indulgente e può essere coltivata con successo con le condizioni corrette. Finché fai la tua ricerca e ti assicuri di sapere esattamente cosa stai facendo, puoi avere un raccolto sano. Se hai esperienza nella coltivazione di varietà indoor di cannabis, non avrai problemi a coltivare la tua marijuana.

La coltivazione di cannabis indoor è solitamente più redditizia della coltivazione di cannabis outdoor. Se coltivi per piacere, tuttavia, i profitti saranno molto inferiori rispetto a quelli che coltivi all’aperto. Ci sono molte varietà indoor molto ricercate, ma se coltivi indoor a scopo di lucro, dovrai probabilmente lavorare molto duramente solo per raggiungere il pareggio.

Non è insolito che la coltivazione di cannabis all’aperto sia più redditizia, ma non necessariamente più gratificante. In effetti, alcuni coltivatori scelgono di fare sia indoor che outdoor. In questo modo, hanno la garanzia di poter vendere tutte le loro piante ogni volta, indipendentemente dal raccolto. La ragione di ciò è che molte varietà di cannabis sono estremamente costose e quindi le piante sono molto richieste.

Se hai intenzione di coltivare marijuana indoor o outdoor a scopo di lucro, dovresti consultare esperti che possono consigliarti sul tipo di piante più adatte alle tue esigenze. Un buon consiglio sarebbe quello di parlare con un esperto se non sei sicuro di quale tipo coltivare, perché non è impossibile coltivare ogni tipo di cannabis. Ci sono molte varietà là fuori e molte persone che vogliono essere coinvolte. Se hai intenzione di coltivare un grande giardino, dovresti considerare di piantare le tue piante in file, piuttosto che in vaso, perché offrono più spazio per la produzione.

Cos’è la marijuana?

I vari tipi di semi per la coltivazione, tutti con un eccezionale livello di potenza, sono:

Marijuana. Esiste un’ampia gamma di varietà, ciascuna contenente un diverso livello di potenza. I tipi più popolari sono Afghani, Sativa, Lemon Haze, Hawaiian, White Widow, Skunk, Gorilla Glue e molti altri. I semi possono essere consumati crudi o mescolati al cibo e consumati. I semi contengono la sostanza più attiva, che viene chiamata delta-9-tetraidrocannabinolo o THC, che conferisce al vaso le sue proprietà medicinali.

Cannabis sativa. Questa varietà contiene alti livelli di tetraidrocannabinolo (THC) e cannabidiolo (CBD), che sono i principali ingredienti attivi in vaso. Questo è il tipo di seme che cresce bene nella maggior parte dei luoghi.

Indica. Questo tipo cresce meglio in Nord America, Sud America e altri paesi con clima caldo. È più comunemente conosciuta come marijuana con indica che cresce le sue foglie in grappoli. Questo tipo di seme può essere utilizzato per produrre cannabis ad alta potenza ed è diventato sempre più popolare con la maggiore disponibilità di marijuana in molti stati.

Ceppi ibridi. Questi sono ceppi che derivano dall’incrocio di piante diverse. Molte persone coltivano varietà di cannabis insieme per creare varietà note per avere alcune delle stesse caratteristiche e qualità. Questi ceppi ibridi hanno una quantità inferiore di potenza rispetto ai ceppi genitori.

Sativa. Questo tipo di pianta cresce bene in Africa, Asia e Nord Europa. Questa varietà è solitamente conosciuta come Marijuana con alti livelli di THCA (acido THC) e CBD (acido cannabidiolico). È stato usato per molti secoli in varie parti del mondo per trattare una varietà di disturbi.

La Sativa è anche il tipo di cannabis più popolare. Nella sua forma più alta, si dice che questo tipo di cannabis abbia effetti più potenti dell’Indica. È una pianta molto rilassante con alti livelli di THCA e gli effetti durano più a lungo dell’Indica.

Sebbene ci siano molte varietà diverse che possono essere coltivate, è importante sapere qual è il tuo obiettivo prima di iniziare ad acquistare semi di marijuana. Tipi diversi hanno diversi livelli di potenza e possono essere usati per trattare diversi tipi di malattie. È una buona idea chiedere consiglio al tuo specialista di coltivazione locale se stai pensando di coltivare il tuo vaso.

Un seme ad alto contenuto di thc produrrà una potente marijuana che contiene una percentuale più alta di acido THC rispetto ad altri ceppi. Alcune persone coltivano questo tipo di marijuana per curare il cancro o i sintomi dell’AIDS, nonché nausea e depressione.

La sativa è anche conosciuta come marijuana messicana ed è coltivata per i suoi effetti calmanti ed euforici. È spesso usato per alleviare l’ansia e gli spasmi muscolari. Viene anche utilizzato per alleviare l’insonnia e ridurre la tensione muscolare.

La Sativa è considerata da molti il tipo di cannabis più popolare disponibile negli Stati Uniti. Viene coltivato principalmente per l’uso come droga ricreativa. Ha un livello di THCA molto più lieve rispetto all’indica e ha livelli di THC inferiori rispetto alla sativa.

Alcuni esperti affermano che anche se è possibile raccogliere semi ad alto contenuto di thc, non è comunque consigliabile fumarli. A causa dell’elevata potenza dell’acido THC che contengono, il fumo non è salutare e potrebbe causare effetti nocivi sulla salute. Tuttavia, alcune persone scelgono di mangiare cime ad alto contenuto di THC per un effetto rilassante e calmante.

Se scegli di fumare cannabis, è importante ricordare che fumare cime ad alto contenuto di THC provocherà uno sballo intenso. e dovresti evitare di fumare dopo aver ingerito marijuana. Le cime ad alto contenuto di THC dovrebbero essere mangiate solo, piuttosto che fumate.

Diversi tipi di gemme possono variare notevolmente in base alla loro potenza. Molte persone trovano che l’indica sia più potente della sativa. Dovresti sempre leggere attentamente le etichette prima di acquistare i semi di cannabis poiché indicheranno sempre il livello di potenza.

La Sativa è generalmente considerata la scelta migliore quando si coltiva la marijuana poiché la pianta non richiede molta manutenzione ed è facile da raccogliere. L’Indica è più difficile da coltivare e le cime potrebbero richiedere più manutenzione e un po ‘più di attenzione per garantire che non vengano distrutte durante il processo.

Come con tutte le forme di cannabis, la marijuana può causare una varietà di reazioni diverse a seconda dell’individuo e della situazione in cui ti trovi. È sempre una buona idea consultare un medico prima di iniziare a coltivare marijuana.

semi di cannabis sativa

Quando la marijuana viene coltivata con l’uso di semi Sativa puri, come Ultra White Amnesia o Carnival il risultato sarebbe il vaso più potente disponibile. Nonostante il fatto che la Sativa sia stata allevata per scopi medicinali, è anche popolare come marijuana preferita per le sue caratteristiche distinte di avere un rendimento molto elevato rispetto ad altre varietà di marijuana.

Il miglior vantaggio dei semi Sativa puri è che producono molti germogli quando sono cresciuti alti. Inoltre, i fiori hanno un livello più elevato di delta-9-tetraidrocannabinolo (THC). Quando si coltiva questa varietà di marijuana indoor in un clima caldo e si lascia crescere all’aperto, la Sativa è la scelta migliore di semi di marijuana da coltivare. È spesso chiamato il re della marijuana a causa del suo alto rendimento.

Il secondo vantaggio dell’utilizzo di semi Sativa puri rispetto ad altre varietà di marijuana è che produce una quantità minore di tetraidrocannabinolo (THC). La maggior parte degli altri ceppi produce fino all’ottanta percento del THC della marijuana. Poiché la maggior parte dei produttori di marijuana utilizza semi Sativa puri per la coltivazione, questo è il motivo per cui la maggior parte dei consumatori di marijuana medica sceglie questo tipo di marijuana rispetto ad altri. La percentuale più alta di THC significa più sollievo dal dolore rispetto ad altri ceppi. Pertanto, questo è il motivo per cui le persone che soffrono di dolore usano spesso questa forma di marijuana per alleviare invece delle altre.

Il terzo vantaggio dell’utilizzo di semi di Sativa puri per la coltivazione è perché hanno meno effetti collaterali rispetto ad altri ceppi. La maggior parte degli altri ceppi può contenere tracce di altre sostanze chimiche che possono causare effetti negativi. Ciò include l’uso di pesticidi e fertilizzanti, che potrebbero provocare allergie. Inoltre, molti ceppi coltivati utilizzando questo ceppo di marijuana possono anche avere un dosaggio maggiore di THC, quindi dovrebbero essere sempre considerati con precauzione.

Alcuni disturbi comuni che le persone che devono usare questa varietà di marijuana possono contrarre sono la bronchite cronica e l’infiammazione bronchiale. Potrebbero anche avere problemi di stomaco se la marijuana viene consumata per un lungo periodo di tempo. Ma se devono acquistare questa marijuana, è importante ricordarsi di controllare eventuali effetti collaterali prima di acquistarla.

Un altro vantaggio della Sativa che rende questa varietà così popolare è che è stata usata per secoli come erba medicinale. Di conseguenza, è stato sviluppato in una varietà di diversi ceppi che possono essere utilizzati anche come marijuana ricreativa. Ciò include artisti del calibro di Humboldt Haze, Blue Dream e persino Jamaican Blue.

Se vuoi davvero sballarti, l’opzione migliore è acquistare semi di Sativa puri. Tuttavia, alcune persone preferiscono ancora fumare questa marijuana perché produce uno sballo simile al fumo di marijuana senza che sia potente come altri ceppi. Quindi, se vuoi sballarti proprio come vuoi fumare marijuana, devi acquistare semi di Sativa puri.

Oltre ai diversi vantaggi di questa varietà di marijuana, è disponibile anche in un assortimento di sapori e colori in modo che possa essere facilmente trovata nella maggior parte delle case. La varietà e lo stile di questa varietà di marijuana la rendono unica e personale per te. Può anche essere trasformato in un tè o usato per cucinare, tuttavia se viene acquistato da un rivenditore rispettabile, sarà comunque fresco per un periodo di tempo più lungo.

Oltre a questo, i semi di Sativa puri possono essere utilizzati anche in ricette che richiedono un’elevata quantità di questa erba come ingrediente principale. Questo include pot-pourri, pane, biscotti, tè e altro. Poiché è potente e forte, puoi aspettarti di ottenere uno sballo simile a una sigaretta.

La cosa buona di questa varietà di marijuana è che non ha molti effetti collaterali rispetto ad altre varietà. Puoi goderti lo stesso effetto che faresti quando usi altre varietà, ma non devi preoccuparti degli effetti collaterali.

I semi di Pure Sativa sono disponibili online da diversi fornitori a prezzi convenienti. Quindi non esitate a provare questa varietà di marijuana. Questa varietà di marijuana è anche facile da coltivare indoor, quindi se vuoi coltivare la tua e avviare la tua attività, puoi farlo anche tu. Assicurati solo di acquistare i tuoi semi Sativa puri da un fornitore rispettabile.

Dove trovare i semi di marijuana

L’acquisto di semi femminizzati è un ottimo modo per iniziare a coltivare la propria marijuana, risparmiando denaro nel processo. Sappiamo tutti che l’erba può essere costosa, soprattutto la marijuana femminile, ma i semi sono il modo meno costoso per coltivarla.

L’acquisto di semi di marijuana femminile è davvero più economico rispetto all’acquisto di marijuana maschile. Inoltre, l’acquisto di semi di marijuana femminile è un ottimo regalo per i tuoi amici e parenti, che sarebbero felici di avere una delle loro varietà preferite. Inoltre, considera il fatto che puoi piantare marijuana femminile in casa in una serra anziché all’aperto o in un’area di invasatura.

Ora parliamo di dove trovare i semi di marijuana. Se non sei molto bravo in giardinaggio, ti suggerirei di andare al tuo vivaio locale e acquistare un pacchetto di semi. Ma se sei disposto a correre dei rischi, potresti provare alcuni dei negozi online che vendono semi di marijuana.

Ci sono alcune cose che dovresti ricordare quando acquisti semi di marijuana. Innanzitutto, tieni presente che molte persone sono più interessate alla qualità della marijuana che al colore. Molte volte comprano qualcosa solo perché sembra bello, ma non perché ha un sapore migliore.

In secondo luogo, assicurati che i semi che scegli siano di buona qualità. Ci sono molte persone là fuori che cercano di fregare gli altri vendendo loro semi di marijuana falsi che sono fatti solo per sembrare un vero affare. Molte volte cercheranno di venderti dei semi che sono stati presi da coltivatori illegali e questo produrrà risultati che non ti aspetti. Per quanto possibile, scegli semi coltivati in un ambiente rispettabile.

Dovrai anche controllare la confezione, poiché alcune persone vendono semi che non sono nelle migliori condizioni possibili. Inoltre, fai un po ‘di ricerca per assicurarti che il venditore di semi sia rispettabile. Puoi farlo controllando con altri utenti, andando su un forum, leggendo recensioni e parlando tu stesso con il proprietario di un negozio.

Non farti ingannare pensando che tutti i semi di marijuana di qualità avranno lo stesso sapore, però. Anche se questo è vero, puoi rimediare cercando quelli che sono già stati fatti. È molto più probabile che questi germogli siano in buone condizioni rispetto a quelli che non sono stati ancora utilizzati.

Dopo aver acquistato i semi di marijuana e sei pronto per coltivare, assicurati di seguire le indicazioni e di utilizzare le giuste condizioni. Puoi trovare molte informazioni su come coltivare la marijuana su Internet. Dai un’occhiata ad alcune riviste di coltivazione, forum e libri sull’erba, che di solito sono pieni di suggerimenti su come coltivare la marijuana nel modo giusto.

Molti posti online vendono semi di marijuana, ma tieni presente che questi siti non offrono tutti la stessa qualità. È molto importante assicurarsi di acquistare solo da fonti attendibili. Inoltre, potresti essere in grado di trovare semi di piante infestanti gratuitamente, quindi vale la pena provare per vedere se riesci a ottenere semi da una qualsiasi di queste fonti.

I negozi online che vendono semi di marijuana generalmente hanno i propri siti web e possono essere trovati dai motori di ricerca. Molti di questi negozi sono più affidabili degli altri negozi disponibili online. L’unica cosa che può davvero farti perdere se acquisti semi di marijuana da una fonte online è che non avrai alcuna garanzia di ottenere ciò che acquisti.

Anche se ci sono negozi online che offrono semi di marijuana gratuitamente, ci sono anche alcuni posti che stanno cercando di trarre vantaggio dalle persone. Stai attento a questi siti. La maggior parte di questi siti che offrono semi di marijuana gratuiti offrono solo marijuana di scarsa qualità o addirittura contraffatta.

Se finisci per acquistare semi di marijuana, cerca di assicurarti di conservarli in un luogo sicuro. Potresti finire in guai seri se li lasci accidentalmente liberi in casa.

Semi di cannabis da esterno: il modo giusto per coltivarli indoor

Sei curioso dei migliori semi di cannabis outdoor da coltivare? Bene, sei arrivato alla corretta guida alla coltivazione per sapere esattamente come coltivare la marijuana all’aperto.

Il tipo di semi di marijuana che decidi di coltivare dipenderà in gran parte dal tipo di marijuana che intendi raccogliere. Alcuni ceppi sono noti per la loro elevata potenza, mentre altri sono più medio-alti. Alcuni hanno persino una qualità molto elevata.

Anche un po ‘di marijuana viene fumata, sebbene il fumo non abbia la stessa potenza elevata che proviene dal seme. La marijuana che viene raccolta tagliando i boccioli dei fiori e lasciandoli all’aperto alla luce del sole è chiamata “umida”. La marijuana umida ha un aroma e un sapore più forti della marijuana che viene semplicemente tagliata o ammaccata.

Se vuoi una marijuana forte ma non puoi ottenerla dai semi, allora ci sono altri metodi per ottenere la potenza che desideri. Uno dei metodi più comuni utilizzati è coltivare marijuana in ambienti chiusi in condizioni di scarsa illuminazione, poiché di solito è tutto ciò che è necessario per ottenere una buona quantità di potenza.

Ci sono anche persone a cui piace coltivare marijuana di alta qualità perché non la fumano. Coltivano la marijuana all’interno delle loro case e lasciano che la pianta cresca naturalmente senza condizioni o trattamenti esterni. Sebbene sia naturale, questo metodo è molto più costoso dell’acquisto di semi.

Per avere un giardino di marijuana indoor che non sia influenzato dal maltempo, è importante seguire le giuste indicazioni per la semina. In primavera, innaffia le piante a giorni alterni con un tubo o un irrigatore. Dovresti anche appannare le piante quando piove, in modo da non finire per innaffiarle troppo. Vuoi che le piante siano a un livello di umidità ragionevole.

In estate, non concimi le piante perché non stanno crescendo e dovresti dare loro spazio per respirare perché ne avranno bisogno. Affinché le piante ricominciano a crescere in autunno, dai loro un po ‘più di luce solare.

È una buona idea avere una serra nel cortile sul retro per fornire buone condizioni di crescita per le piante. Ciò è particolarmente utile se ti piace sperimentare diversi ceppi di marijuana.

Per produrre marijuana indoor, è importante sapere come reagiranno le piante a temperature, luce, umidità o circolazione d’aria specifiche. Il modo migliore per conoscere queste cose è acquistare piante di marijuana da interni o coltivare le proprie piante di marijuana. Una serra manterrà le piante da interno a una temperatura uniforme per tutto l’anno e manterrà l’esterno a una temperatura leggermente più fresca durante i mesi freddi.

Quando si coltiva la propria marijuana, è anche importante assicurarsi di avere tutte le giuste provviste nella serra, compresi tutti i giusti semi di marijuana da interni. Questi semi possono essere ottenuti in un vivaio locale, nonché da molti rivenditori di marijuana online. Se decidi di coltivare le tue piante di marijuana, è probabile che tu abbia il giusto tipo di terreno.

Il terreno dovrebbe essere ricco di sostanze nutritive, con un pH intorno a 7,5, ed essere in grado di trattenere i nutrienti dalla pianta fino a tre anni, quindi è molto importante che tu scelga il giusto tipo di terreno. È anche importante mantenere le piante umide e dare loro un’illuminazione adeguata tutto l’anno. Ciò garantirà che crescano sani e forti. Dovrebbero anche ricevere un drenaggio sufficiente.

Ci sono molte miscele per vasi disponibili da usare per la coltivazione della marijuana. Quando ne scegli uno, ricorda che il terreno deve essere preparato con il rapporto corretto di humus e argilla o perlite. L’humus è un tipo di materia organica che contiene sostanze nutritive. L’argilla o il permesso, d’altra parte, è costituito da un materiale poroso, che consente un migliore drenaggio.

È anche una buona idea preparare il tuo giardino di marijuana al chiuso per la coltivazione in serra nel modo giusto. Un terreno acido può rendere difficile la crescita delle tue piante. Verifica sempre i livelli di pH del terreno prima di iniziare il tuo giardino.

Semi autofiorenti – Le basi


I semi autofiorenti ti consentono di coltivare un alto rendimento di piante in un periodo di tempo più breve. Hanno anche una resa migliore rispetto alle piantine da tecniche di ibridazione. La ragione di ciò è che i semi autofiorenti sono in grado di assorbire una percentuale inferiore di nutrienti dal terreno e di utilizzare il contenuto di acqua del terreno per crescere. Questo può essere molto vantaggioso per chi vive in un luogo dove la pioggia è limitata o quando il sole non esce per lunghi periodi di tempo.

Le piante di cannabis autofiorenti passano automaticamente alla fase di fioritura dopo che hanno maturato la pianta dalle loro varietà basate sul fotoperiodo / a giorno corto rispetto alle varietà dipendenti dal fotoperiodo che richiedono la stessa quantità di ore di buio al giorno. Ciò consente un utilizzo più efficiente sia della luce che dell’acqua. Quando coltivi questo tipo di semi hai la possibilità di raccoglierli e poi ripiantarli nel corso dell’anno. Molti coltivatori preferiscono piantare e raccogliere i semi all’inizio della stagione, perché la pianta ha bisogno di spazio per sviluppare una nuova crescita durante la prima parte della stagione. Raccoglierli a questo punto ti farà risparmiare tempo e denaro a lungo termine.

Raccogliere le piante dopo la maturità della pianta matura ti fa risparmiare tempo e fatica per ripiantare ogni anno una pianta completamente cresciuta. Inoltre, molti coltivatori preferiscono raccogliere questi tipi di semi durante la fase di fioritura. Ciò ti consente di raccogliere meno semi ei semi da cui raccogli sono generalmente più maturi e avranno una durata di conservazione più lunga. Le varietà autofiorenti sono un’ottima scelta per chiunque sia interessato a usare la cannabis per alleviare i sintomi di malattie croniche come il cancro e l’artrite.

La coltivazione di varietà autofiorenti richiede un po ‘di know-how e pazienza. Potrebbe anche essere necessario acquistare alcuni semi diversi durante la stagione di crescita in modo da avere una certa varietà nelle piante che stai coltivando. Per assicurarti che la pianta stia andando bene, dovresti scegliere un luogo nel tuo giardino o cortile dove possa essere esposta a molto sole, ma non troppo luce solare diretta, e le temperature favoriscano la crescita. la crescita della pianta.

Il tipo di terreno che scegli dovrebbe anche essere buono per coltivare una pianta sana. Dovrebbe contenere nutrienti e umidità sufficienti, ma non essere troppo profondo o argilloso. Inoltre, il tuo terriccio dovrebbe includere una buona quantità di compost o vermiculite.

Quando scegli le varietà di semi autofiorenti, probabilmente scoprirai che ci sono alcune varietà che non si comportano bene in condizioni di terreno sfavorevoli. Probabilmente richiederanno più luce solare, un pH più elevato e una miscela più ricca di sostanze nutritive nella loro soluzione nutritiva.

Un’altra considerazione quando si utilizzano i semi autofiorenti è l’ambiente in cui vengono piantati. Dovrebbero essere piantati in un’area che abbia una buona circolazione in modo che l’umidità possa salire fino alla sommità del terreno per aiutarlo ad evaporare.

È noto che le piante di marijuana impiegano molto tempo per maturare, soprattutto dopo che hanno iniziato a fiorire. Molte di queste piante rimarranno verdi per un bel po ‘prima di iniziare a perdere le foglie e produrre germogli. Ci vogliono circa tre anni perché queste piante di marijuana maturino e vuoi essere sicuro di avere tempo sufficiente perché possano raggiungere il loro pieno potenziale. Per raccogliere la tua pianta quando è pronta, dovresti rimuovere le foglie e tagliare la parte superiore del bocciolo quando inizia a dorare.

Taglia tutto il verde e asciuga la pianta con un paio di forbici. Non utilizzare un paio che abbia spigoli vivi perché può essere gravemente dannoso per la pianta.

Rimuovi tutti i gambi dalla pianta e mettila in una pentola capiente. Assicurati di distribuire uniformemente il vaso in modo che sia più facile piantarlo. Dovresti anche aggiungere un po ‘di fertilizzante al terreno per aiutare la pianta a crescere alla sua forza ottimale.

Quando hai finito, taglia le cime delle foglie. Dopo aver rimosso le foglie, puoi quindi prendere il gambo di ciascuna pianta e tagliare completamente il bocciolo. Taglia il gambo tra la base del bocciolo e il fondo. Assicurati di non tagliare il bocciolo del fiore.

Dovresti usare CBD Thc?

CBD Thc è un acronimo che sta per cannabidiolo, un componente vegetale della marijuana, che è stato trovato per aiutare a controllare i sintomi associati al cancro. Poiché non produce nessuno dei sottoprodotti nocivi della marijuana, è stata approvata dalla FDA per l’uso nel trattamento sia del cancro che di altre malattie.

Sebbene il CBD Thc abbia mostrato risultati promettenti nell’aiutare molte persone affette da cancro, ci sono alcuni possibili effetti collaterali che hanno portato gli scienziati a mettere in guardia contro l’uso di esso. Mentre tutti i professionisti medici stanno ancora studiando l’erba ei suoi benefici, ecco alcuni degli effetti collaterali noti legati al suo utilizzo:

Questi sono solo alcuni dei possibili effetti collaterali dell’utilizzo di questa erba, che dovrebbero essere presi in considerazione prima di decidere se sarebbe utile per la tua situazione specifica. Mentre la maggior parte delle persone sperimenta un effetto calmante, altri potrebbero riferire di avere problemi ad addormentarsi di notte o sentirsi stanchi durante il giorno. Alcuni potrebbero scoprire che il loro appetito è aumentato così come alcuni dei dolori muscolari e articolari che accompagnano l’artrite e altri disturbi.

Poiché non produce nessuna delle sostanze chimiche nocive normalmente prodotte durante la produzione di marijuana, i semi CBD Thc non è stato ancora approvato dalla FDA. Per ricevere l’approvazione della FDA, un prodotto deve essere testato sugli animali al fine di determinare se può essere benefico per gli esseri umani. Tuttavia, poiché non sono stati effettuati studi clinici su esseri umani che utilizzano il prodotto, è altamente improbabile che il trattamento venga approvato.

Inoltre, se prevedi di utilizzare CBD Thc come una panacea per il tuo cancro, probabilmente dovrai assumere una dose giornaliera di erba per ottenere i risultati desiderati. Per alcuni pazienti, questo potrebbe rivelarsi un aumento eccessivo della loro condizione. Anche se molti medici stanno iniziando a prescrivere il prodotto, non lo prescriveranno a tutti. Per questo motivo, è importante discutere la tua storia medica con il tuo medico per assicurarti di poterlo utilizzare in sicurezza.

Infine, nonostante il fatto che CBD Thc non abbia effetti collaterali segnalati, dovresti comunque essere consapevole che la marijuana non è raccomandata per i bambini di età inferiore ai 18 anni. Come sempre, non dare a nessuno alcun tipo di farmaci da prescrizione senza aver prima parlato con un qualificato medico. Poiché non è un farmaco prescritto, potresti trovarti nelle mani di un commerciante senza scrupoli.

White Widow

White Widow – ID varietà: Tipo: ibrido a predominanza Indica. Le principali differenze tra questa varietà e il tipo normale di cannabis sono il suo colore, la forma del fiore e, naturalmente, la sua alta qualità e potenza.

La White Widow ha un colore rosso-nero quando è in fiore. I fiori sono ovali con quattro petali che hanno l’aspetto di un violino. Il frutto è lungo circa 2,5 cm e contiene semi. Questi semi durante la semina produrranno gemme che assomigliano a un violino.

La White Widow è un mangiatore di erbacce molto efficiente. È in grado di uccidere molte erbacce che non richiedono molta acqua.

La White Widow Auto è molto facile da coltivare. Se adeguatamente curato, produrrà centinaia di gemme nel suo primo anno. Le gemme possono essere raccolte facilmente e le gemme dovrebbero essere raccolte almeno un mese prima che la pianta fiorisca.

La stagione di crescita della White Widow va dalla fine dell’inverno alla primavera. La pianta dovrebbe essere pacciamata ogni poche settimane durante la stagione di crescita.

La pianta White Widow produce molta resina che è una miscela di polline, nettare e oli. È un odore dolce piacevole per la maggior parte delle persone. Si dice che anche l’odore aiuti le persone a rilassarsi.

Il sapore della White Widow è molto amaro. Ha un gusto distinto e si trova comunemente nel pot-pourri che le persone creano quando si prepara il pot-pourri.

È molto facile coltivare la White Widow. Ci sono molte varietà disponibili, ma se vuoi un prodotto più forte, potresti provare l’ibrido di White Widow.

Potresti aver sentito parlare del tipo normale ma non sai che tipo di White Widow è in discussione qui. Sono tutti fondamentalmente la stessa cosa e hanno qualità simili, ma alcuni hanno nomi diversi.

La White Widow è una varietà popolare della pianta di cannabis. Il nome “White Widow” è un marchio della varietà. Viene anche chiamato “Canaego White Widow”. Questo nome è in onore dell’azienda che lo ha sviluppato.

Il miglior tipo di White Widow è “cresciuto negli Stati Uniti e in Canada”. Questo tipo è anche chiamato Queen Anne ed è chiamato “Cresciuto nel West End del Nord America”. È un ibrido.

La White Widow è conosciuta come una varietà resistente, perché non richiede molte cure. L’unico tipo di manutenzione necessaria è annaffiare regolarmente e concimarlo regolarmente. L’unica cosa che devi ricordare è di non innaffiare le piante troppo spesso.

La White Widow è anche nota per essere una varietà molto sana perché cresce molto bene in qualsiasi condizione del suolo. Le foglie ed i rami sono molto spessi e resiste a molti tipi di malattie.

Le foglie di questa varietà sono molto verdi e hanno un forte profumo. Cresce in terreni ricchi. Il fiore ha un colore giallo e viene solitamente utilizzato come pianta ornamentale nei cortili.

I semi della White Widow sono piccoli e bianchi e vengono utilizzati per creare vari tipi di pot-pourri. Anche l’odore è forte ed è noto per avere un sapore dolce.

La White Widow ha anche un aroma molto potente quando viene essiccata e aggiunta a profumi e incenso. Inoltre aggiunge un sapore caratteristico ai cibi. Oltre a ciò, ha un odore molto forte che si dice sia l’odore delle rose.

I fiori della White Widow cresceranno molto velocemente e quando raggiungeranno la piena fioritura. Di solito si trova a crescere tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Dopo la raccolta, sarà molto più facile rimuovere e asciugare i gambi. Una volta asciutto sarà molto bello e potrai usare i gambi per fare il tuo pot-pourri.